Attachment Image

English

Modalità di rimborso con voucher di biglietti e servizi - emergenza sanitaria COVID 19


Gentile cliente,

sostenendo l'azione di tutti coloro che si stanno impegnando direttamente nell' emergenza sanitaria e in ottemperanza alle misure messe in atto dal nostro Governo, Coopculture sta attivando nuove modalità per continuare a svolgere il proprio lavoro e per assistere tutti coloro che hanno diritto a ricevere un voucher quale rimborso per un biglietto che non hanno potuto utilizzare o per un servizio di cui non hanno potuto usufruire.

La invitiamo a leggere la nota e la procedura seguente per richiedere il suo voucher.

RISOLUZIONE DEI CONTRATTI DI ACQUISTO DI BIGLIETTI PER SPETTACOLI, MUSEI E ALTRI LUOGHI DELLA CULTURA - DISCIPLINA DETTATA DAL D.L. 17 MARZO 2020, N. 18 E SUCCESSIVO D.L. 1 Aprile 2020

Rendiamo noto che con il Decreto Legge 17 marzo 2020, n. 18 è stata apprestata una speciale disciplina per risolvere le problematiche riscontrate dagli acquirenti dei biglietti per spettacoli, musei e altri luoghi della cultura, trovatisi nella impossibilità di fruirne a causa delle straordinarie misure adottate al livello nazionale per il contenimento del Covid 19.

In forza di quanto statuito all'articolo 88 del d.l. ( ) n. 18/2020 tutti i consumatori e operatori professionali che hanno acquistato titoli di ingresso da fruire nel periodo che va dalla adozione delle misure urgenti di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19 e che ne facciano richiesta, hanno diritto di ricevere un voucher per l'ottenimento di un nuovo ed analogo titolo da utilizzare entro un anno dalla sua emissione.

ATTENZIONE: Ad oggi il periodo per il quale possono essere richiesti i voucher va dall'8 marzo 2020 al 17 maggio 2020, periodo di attuale vigenza delle misure di contenimento di cui al dPCM 8.3.2020 e successive estensioni.
La richiesta voucher per periodi successivi al 17 maggio è legata alla proroga di tali misure di contenimento, e sarà possibile non appena saranno formalizzati i relativi provvedimenti.

Per espressa previsione di legge, resta invece esclusa la possibilità di ricevere qualsiasi altra forma di ristoro, ivi incluso il rimborso del prezzo pagato.

Condizioni speciali dipendenti da provvedimenti della pubblica Autorità

Ugualmente, hanno diritto ad ottenere il voucher anche coloro che, nel periodo in cui avrebbero dovuto fruire del biglietto, si sono trovati nella impossibilità di farlo in quanto:

a) soggetti nei confronti dei quali è stata disposta la quarantena con sorveglianza attiva, ovvero la permanenza domiciliare fiduciaria con sorveglianza attiva da parte dell'autorità sanitaria competente;
b) soggetti residenti, domiciliati o destinatari di un provvedimento di divieto di allontanamento nelle aree interessate dal contagio;
c) soggetti risultati positivi al virus COVID-19 per i quali è stata disposta la quarantena con sorveglianza attiva, ovvero la permanenza domiciliare fiduciaria con sorveglianza attiva da parte dell'autorità sanitaria competente, ovvero il ricovero presso le strutture sanitarie;
d) soggetti che hanno acquistato il biglietto per un museo e/o luogo della cultura ubicato nelle aree interessate dal contagio (c.d. zone rosse) come individuate dai decreti adottati dal Presidente del Consiglio dei ministri ai sensi dell'articolo 3 del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6;
e) istituti scolastici pubblici e privati destinatari dei provvedimenti di sospensione dei viaggi ed iniziative di istruzione disposta ai sensi degli artt. 1 e 2 del D.L. 23 febbraio 2020, n. 6 e dei conseguenti provvedimenti attuativi.

Nel caso in cui fosse necessario comprovare la sussistenza delle specifiche condizioni di cui alle lettere da a) a e), sopra riportate, sarà invece necessario inviare via mail a vouchercovid@coopculture.it copia del titolo di ingresso e l'ulteriore documentazione atta a dimostrare il diritto al voucher.
Se la documentazione risulterà idonea a comprovare l'effettiva sussistenza del diritto al voucher, entro 30 giorni dall'inoltro a sistema dell'istanza, Coopculture lo emetterà e lo trasmetterà all'avente titolo.

Procedura per l'ottenimento del voucher:

Per ottenere il voucher è necessario presentare una apposita istanza entro e non oltre il 30 maggio 2020.
Ogni utente che avrà titolo, potrà richiedere il rimborso sotto forma di voucher.
A tal fine è necessario compilare il form inserendo il codice PNR della prenotazione e l'indirizzo e-mail già utilizzati al momento dell'acquisto.

Ogni richiesta di emissione voucher inviata con una modalità diversa da quella indicata non sarà presa in considerazione.

Il sistema, produrrà ed invierà in automatico una ricevuta, che potrà essere utilizzata per procedere ad una nuova prenotazione dello stesso biglietto/servizio.

Coopculture si riserva di verificare la correttezza della documentazione prodotta, al fine di confermare la validità dei voucher per biglietti e servizi, come da DPCM del 8 marzo 2020 ed eventuali provvedimenti successivi.

La nuova prenotazione, senza alcun onere aggiuntivo, potrà essere effettuata via mail all'indirizzo vouchercovid@coopculture.it o con altra modalità online che verrà comunicata a partire dal prossimo 30 Maggio 2020, compatibilmente con la cessazione delle misure di contenimento, la definizione della data di riapertura dei monumenti e dell'area archeologica, ed in relazione alle eventuali nuove disposizioni che saranno impartite su adozione di misure atte comunque a circoscrivere o ridurre gli assembramenti ed a contingentare gli accessi.

Attenzione: la validità dei biglietti c.d. "open", è automaticamente prorogata di un anno a far data dalla riapertura del sito, senza necessità di attivare la richiesta di voucher.

Coopculture, di intesa con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, riconoscerà ai possessori del voucher accesso prioritario alle prenotazioni, onde facilitare la scelta di date ed orari congeniali.

Tutti gli aggiornamenti saranno pubblicati sul sito www.coopculture.it.

il Presidente e legale rappresentante in carica
Giovanna Barni